Avventure estive. Perché sono così facili, perché di solito non durano?

Avventure estive. Perché sono così facili, perché di solito non durano?
Avventure estive. Perché sono così facili, perché di solito non durano?

Estate, sole mare e… storie d’amore. Sì, perché quello degli amori estivi che durano solo qualche settimana, un paio di mesi al massimo, non è solo un ‘cliché’ portato avanti dai film dell’estate, dagli anni ’50 ad oggi. L’estate, le vacanze, predispongono sicuramente all’instaurarsi di storie più o meno intense, ma che hanno in comune il fatto di durare l’arco di una stagione al massimo. L’estate, appunto. Ne abbiamo parlato con il Dott. Francesco Attorre, psicoterapeuta e sessuologo clinico e gli abbiamo chiesto di aiutarci a capire perché gli amori estivi tendono a durare così poco.

Avventure estive. Perché sono così facili, perché di solito non durano?

L’estate è considerata – a ragione – il periodo dei nuovi amori. Complici il bel tempo, il tanto tempo libero, spiaggia e serate di divertimento. In estate avverti un forte senso di libertà che ti fa sentire in grado di osare molto di più di quanto normalmente faresti durante l’inverno. Vacanza uguale, in un certo senso, “trasgressione” rispetto alla routine, ma l’inconscio umano non fa molte differenze in merito alle parole, per cui per lui la trasgressione è vista in senso lato.

Nella parte più profonda di te ti lasci andare, quasi come ribellione, e ti viene piuttosto facile approcciare. Ancora, è molto semplice ritrovarsi, in estate, sulla spiaggia come nei locali la sera, in un clima di grande frivolezza che aiuta a sciogliere difese e paure.

E poi non possiamo dimenticare che l’estate è qualcosa che dura poco, per questo non lega, non vincola; infatti è un classico che la maggior parte delle storie estive durino poco in realtà, e per questo affascinino di più.

Notoriamente ciò che è bello dura pochissimo, nel senso che siamo più inclini a ricordare a lungo esperienze dolorose piuttosto che momenti belli, e questo perché la nascita è un momento traumatico, a cui ci imprintiamo sin da subito.

ADVERSUS

Francesco Attorre è  medico, psicoterapeuta, sessuologo clinico, mental coach, Life coach, formatore. La sua attenzione si rivolge al mondo giovanile come a quello adulto, con particolare riguardo verso il tema della sessualità, ma anche del disagio, delle dipendenze, della genitorialità. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo “Luna: Quando non hai vie di uscita, le ferite dell’amore diventano la tua unica salvezza”, Edizioni Lampi di Stampa – Romanzo – 2015. “Da cuore a cuore. Come amare e amarsi: manuale per una vita di coppia felice.  Fai della vita la tua più bella impresa” Edizioni Kimerik – Narrativa Contemporanea – 2010. “Ai confini della coscienzadomande e risposte con lo psicoterapeuta” – Edizioni Adenia 2016. Per contatti: www.francescoattorre.com

Se ti piace leggere ADVERSUS, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.