ADVERSUS ITALIA - MODA UOMO, BEAUTY, STILE E MODELLE

Home | Bellezza uomo | Consigli di bellezza uomo | La forza della imperfezione

La forza della imperfezione

L'ideale di bellezza, il concetto di bellezza, sta cambiando. La ricerca della perfezione ha ceduto il passo ad una ricerca della "perfezione imperfetta": un aspetto impeccabile con un (altrettanto perfetto), difetto che sottolinea carattere e personalità.

"Sei il più bell'uomo brutto che conosco", dice il seducente Lupe Sino al torero spagnolo Manolete nel film "The Passion Within". In questo film Adrien Brody (nel ruolo di Manolete) non passa proprio per una bellezza. Il suo potente (diciamo pure enorme) naso occupa l'intero spazio dello schermo, ma gli conferisce un fascino irresistibile.

Le imperfezioni completano la perfezione. E 'una tendenza che arriva da Oltreoceano. Per anni abbiamo perseguito un ideale di perfezione assoluta. Gli attori di Hollywood si sono sforzati di eliminare ed appiattire eventuali rughe (e quindi l'espressione) con il Botox e i denti sono stati più bianchi del bianco candeggiato (c'è anche Tom Cruise che non toccherebbe nemmeno una goccia di caffè per non appannare il bianco ottico dei suoi denti...). Adesso, si torna indietro. "Lo standard della perfezione è diventato troppo perfetto", scrive il New York Times in un articolo del 19 ottobre 2010, dal titolo "I denti stanno diventando meno perfetti".

Non è la simmetria che rende una persona attraente, ma la perfetta imperfezione. I denti possono essere anche meno bianchi di un grado, e non devono per forza stare in riga come delle candele allineate. Se esteticamente gradevole, è addirittura permessa una leggera fessura tra i denti davanti.

Qualcosa che ora sempre più va sotto il nome di 'perfetta imperfezione' è accettata e in alcuni casi addirittura ricercata. Modelle come la olandese Lara Stone o modelli e l'australiano Jess Hart avrebbero lanciato un trend per quanto riguarda gli 'incisivi staccati'. Per ora, i media sono stati principalmente focalizzati sulla bellezza femminile, ma anche nel mondo maschile sembra valgano le stesse regole.

Il top model Taylor Fuchs backstage da Enrico Coveri, Tobias Sorensen top model sulla passerella di Carlo Pignatelli

Sempre più spesso vediamo sulle passerelle uomini che non si adattano l'ideale classico di bellezza, ma sono afflitti da 'difetti perfetti". Alcuni esempi classici sono il modello Taylor Fuchs che, come la particolare ma pur sempre bella Lara Stone può sfoggiare un significativo spazio tra i denti. Un altro modello con un difetto che colpisce è Tobias Sorensen. La grande cicatrice a forma di artiglio di leone adorna la guancia (e gli sta anche molto bene, da un punto di vista estetico), conferisce un fascino intrigante e dona una personalità unica, che lo distingue dalla massa.

Sottile, è la parola chiave per la bellezza fisica. Un aspetto apparentemente naturale, con una solida base in cui c'è molto più lavoro di quanto si possa pensare (una perfetta cura della pelle, dei capelli un aspetto sano, mani perfettamente curate e sopracciglia ordinate), è sicuramente la tendenza per il futuro.

ADVERSUS