Come preparare la pelle al sole. I consigli degli esperti

Sai come preparare la pelle al sole? L'esperta lo spiega
Sai come preparare la pelle al sole? L’esperta lo spiega

La pelle viene messa a dura prova durante i mesi estivi, e per questo motivo la sua cura  ricopre un ruolo fondamentale per mantenerla non solo giovane ma anche sana e al riparo dai danni – anche gravi – che le radiazioni solari possono provocare. Ne parliamo con la D.ssa Adele Sparavigna, Dermatologa a Monza, con lei cercheremo di capire come va curata la pelle prima, durante e dopo l’esposizione al sole.

Come dobbiamo trattare la nostra pelle ‘prima’ di partire per le vacanze, o prima di un fine settimana al mare o in montagna? Ci sono degli alimenti, degli integratori, dei prodotti da applicare che possono aiutarci a preparare la pelle ad affrontare al meglio l’esposizione ai raggi solari?

Che sia in montagna o in qualche meta balneare, purtroppo è proprio durante le vacanze estive che la salute della pelle viene messa maggiormente a rischio. Gli effetti a breve e lungo termine di un’errata esposizione solare, sono stati ampiamente descritti dalla letteratura scientifica: eritema, sensazione di calore, edema, dolore e prurito intenso sono i principali.

Inoltre a lungo andare la pelle subisce fenomeni di ispessimento epidermico, invecchiamento precoce e aumentato rischio di carcinogenesi.

Per questo è di fondamentale importanza non solo proteggere la pelle dai raggi UV, ma prepararla all’arrivo dell’estate anche nei mesi precedenti, in modo da poter godere in piena tranquillità dei molteplici effetti benefici del sole.

In tal senso la dieta mediterranea, può rivelarsi un vero e proprio elisir di salute per la pelle. Ricca in alimenti vegetali antiossidanti, garantisce una funzionalità cutanea ottimale, previene la degradazione fisiologica di collagene ed elastina e contrasta la disidratazione e la formazione di macchie cutanee.

Pesce azzurro e frutta secca invece forniscono alla cute un corretto apporto di acidi grassi essenziali per la formazione del film idrolipidico cutaneo.

Per le pelli particolarmente predisposte alle fotodermatosi, potrebbe essere consigliabile l’utilizzo di specifici integratori (licopene, carotene, vitamina E, vitamina C, acido lipoico), la cui prescrizione è imprescindibile da un attento consulto dermatologico.

Ringraziamo la D.ssa Adele Sparavigna
Dermatologa a Monza
Presidente Derming, Istituto di Ricerche Cliniche e Bioingegneria
http://www.adelesparavigna.it/

Alessio Cristianini per ADVERSUS

Se ti piace leggere ADVERSUS, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.