Le balle dei media e le bufale online

Le balle dei media e le bufale online
Le balle dei media e le bufale online

Come da programma, anche in Italia si sta iniziando a parlare di bufale online. Che poi è la traduzione del ‘fake news’ che da qualche mese in america stanno ripetendo all’infinito nel tentativo di creare un pretesto per (con l’aiuto del caro Barry Obama anatra zoppa, prima di uscire di scena se mai uscirà davvero) limitare la libertà di espressione soprattutto online.


Se ti piace ADVERSUS iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti via email. Fai click qui per iscriverti.

Bene. Anzi, male. Insomma se ne parla sempre di più anche in Europa, e in Italia, e state certi che qualcosa succederà. Qualcosa di tragico, e poi qualche soluzione alla quale nessuno se la sentirà di opporsi. Come sempre.

Di bufale online, ma soprattutto di ‘balle dei media’ ufficiali ha parlato anche Beppe Grillo, e sul suo blog online il problema viene affrontato in maniera piuttosto completa, e interessante.

Se volete approfondire, e noi lo consigliamo, leggete il post che trovate a questo indirizzo.

E ricordate sempre: leggete, documentatevi, e poi usate il cervello. Un consiglio, provate a spegnere lo smartphone per un’ora, e vedete se vi crolla il cielo addosso, oppure se la vita va avanti come sempre. O forse meglio.

ADVERSUS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.