Tendenze capelli. Un taglio corto e biondissimo

Un taglio di capelli corto e biondissimo
Un taglio di capelli corto e biondissimo
Pablo Fernandez Robledo International Hairstylist di Pantene
Pablo Fernandez Robledo International Hairstylist di Pantene

Durante la settimana della moda abbiamo notato – ci è piaciuto molto – questo taglio corto e biondissimo. Ci è piaciuto così tanto che ci è venuta voglia di copiarlo. Ma prima di passare ad un look così estremo, forse è meglio sentire l’opinione di un esperto. E così abbiamo consultato Pablo Robledo, International Hairstylist di Pantene.


Se ti piace ADVERSUS iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti via email. Fai click qui per iscriverti.

Pablo ha un’idea molto concreta e realistica sui tagli di capelli e sulle tendenze colore. Non ha paura di sperimentare o provare dei tagli o dei colori un po’ insoliti, ma sempre entro certi limiti. La salute del capello viene sempre prima di tutto.

Pablo, cosa ne pensi di questo look?

Un taglio di capelli corto e biondissimo
Un taglio di capelli corto e biondissimo

Si tratta di un biondo molto chiaro tendente al grigio, così come vogliono le tendenze di questo momento. Attualmente le tonalità bionde sono un po’ più grigie, più bianche e meno gialle di una volta. Se optate per un colore del genere, bisogna rendersi conto che i capelli avranno bisogno di tantissima idratazione.

I processi chimici per ottenere questo colore vanno a cambiare la struttura dei capelli che poi devono essere idratati intensamente. Per cui, oltre alla solita routine di bellezza con un buon shampoo e un balsamo, consiglierei di fare almeno due o tre volte la settimana una buona maschera per mantenere il colore. Se i capelli tinti non vengono idratati adeguatamente il colore tende a sparire più velocemente (e perciò dovrete tornare prima dal parrucchiere). Per esempio un rosso, se non è idratato bene, passa entro un mese ad un colore un po’ arancione. Per cui è importantissima l’idratazione.

Come bisogna fare lo styling per ottenere questo risultato?

Per lo styling invece in questo caso non occorre usare molto prodotto perché dopo una tinta del genere i capelli sono grossi e la texture tiene bene la piega. È sempre importantissima l’idratazione però. Io consiglierei di usare un olio secco a base di argan o vitamina E da applicare dalla radice fino alle punte. Potete usare il fohn o il ferro per dare una piccola piega alle punte. Tutto lì. È molto facile lo styling con un taglio del genere, piuttosto corto sotto le orecchie e un po’ più lungo sul davanti.

Questa tonalità così chiara è adatta a tutte noi oppure lo sconsiglieresti in qualche caso?

Si tratta di un colore molto impegnativo. Bisogna avere dei capelli grossi e forti per non danneggiare troppo i capelli. Ogni volta che colorate i capelli, anche se vi limitate a delle meche, andate a cambiare la struttura dei capelli. Non è più la stessa di prima. È molto importante rendersi conto di questo fatto.

Tante donne tingono i capelli perché sono grigi o perché vanno di moda le meche (tante donne ad esempio hanno copiato le meche di Gisele Bundchen). Capita spesso di doverli tagliare per tornare ad un capello sano perché si continua a trattare il cappello su tutta la lunghezza e alla fine la parte dalle orecchie fino alle punte si rovina, perché è la parte più vecchia e perciò più fragile e vulnerabile.

Fino a cinque centimetri dalla radice in giù il sebo naturale riesce ad arrivare e ad idratare i capelli. Ma i lipidi che il nostro corpo produce non arrivano oltre. Sconsiglierei dunque questo tipo di tintura per chi ha i capelli fini. Al massimo se siete molto bionde potete schiarirli un po’ senza danneggiarli troppo, ma se siete more con i capelli fini… lo sconsiglio. Non ha senso maltrattare i capelli in questo modo soltanto per diventare bionda. Non è una cosa intelligente da fare. Piuttosto, se volete il mio parere personale, mettete una parrucca che almeno non fa così male ai capelli.

E di parrucche parleremo più avanti con Pablo…

Charlotte Mesman per Margherita.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.