Vault 7. Tutti sotto controllo

Tutti sotto controllo. Se mai fossero servite altre prove.
Tutti sotto controllo. Se mai fossero servite altre prove.

Se ancora fossero servite delle prove della pericolosità (sì pericolosità) di molti dei gadgets teconologici di oggi, arriva adesso una fonte autorevole come WikiLeaks a ricordarci ancora una volta come i servizi segreti americani (e sicuramente anche quelli di praticamente ogni altro paese, compreso quello in cui vivete) usano questi veri a propri cavalli di Troia per spiare la vita delle persone. Delle persone comuni, come tutti noi.

Cari lettori, ricordatevi sempre che quello che dite, fate, scrivete, usando i vari facebook, twitter, instagram, usando il vostro iphone, android, guardando la vostra nuova smart tv, è tutto registrabile, catalogabile, consultabile al momento del bisogno.

Noi lo diciamo da tempo, lo ripetiamo adesso. I mezzi di comunicazione di massa, che poi sono mezzi di rincoglionimento di massa, di indottrinamento di massa, di lavaggio del cervello delle masse, stanno facendo il salto di qualità.

Da canali unidirezionali (e cioè dal padrone al cane) adesso diventano bidirezionali, così il padrone oltre ad istruire il cane, adesso sa anche cosa fa il cane, come la pensa, cosa abbaia, come reagisce all’educazione. E sa come adeguare l’educazione in base al comportamento del cane.

La privacy sta diventando un concetto del passato, e i più giovani già tendono a rispondere “ma io non ho niente da nascondere…”. E invece tutti noi non solo abbiamo il diritto sacrosanto di nascondere quello che vogliamo, ma anche quello di difendere i tentativi di penetrare all’interno della nostra vita e dei nostri pensieri.

Come? Semplice: non comprando i gadgets teconlogici più trendy e moderni. Difficile? Non sarete più i fighi del vostro gruppetto? Non vi sentirete al livello degli altri? Vi sembrerà di averlo più piccolo solo perché non avete l’ultimo iphone, o l’ultimo galaxy? Temete che le ragazze non ve la daranno più se non avrete l’account instagram più figo del mondo? Really? Beh, pazienza. Anche quel pisquano di zuckerberg si è fatto ritrarre con un pezzo di nastro adesivo sulla telecamera del suo laptop… just saying…

Quello che era stato ampiamente previsto (perché programmato) è ormai una realtà, il grande fratello è nella vita di tutti.

Per difendersi da questa pericolosa deriva, che non è inevitabile, è importante sapere il chi, il come, e il perché. WikiLeaks ci offre una finestra molto chiara su quello che non leggerete mai sui giornali, e non vedrete mai in televisione.

Ecco il link alla pagina di ingresso verso un mondo che soli in pochi avevano previsto, e che adesso ci sta prendendo tutti di sorpresa. Quasi tutti. Ricordate: “ipsa scientia potestas est” – La conoscenza è potere.

ADVERSUS

Se ti piace leggere ADVERSUS, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.