Cosa sto capendo da questa ‘emergenza’ lezioni di virologia a parte. Se si chiude una nazione, dopo due settimane la gente ha già finito i soldi…

Ho capito che subito dopo il blocco totale imposto ai cittadini (non solo in Italia) i governi devono premurarsi di far arrivare un minimo indispensabile di denaro alla gente. Questo perché molti subito dopo non sono già più in grado di pagare le spese correnti, e nemmeno la spesa al supermercato.

Cosa sto capendo da questa ‘emergenza’ lezioni di virologia a parte. Se si chiude una nazione, dopo due settimane la gente ha già finito i soldi...
Cosa sto capendo da questa ‘emergenza’ lezioni di virologia a parte. Se si chiude una nazione, dopo due settimane la gente ha già finito i soldi…

Ho capito che subito dopo il blocco totale imposto ai cittadini (non solo in Italia) i governi devono premurarsi di far arrivare un minimo indispensabile di denaro alla gente. Questo perché molti subito dopo non sono già più in grado di pagare le spese correnti, e nemmeno la spesa al supermercato. E poi la gente si incazza.

Questo significa che uno dei grandi motori delle economie occidentali – oltre al miraggio della f*ga, tanto potente di smuovere carri bestiame con un esiguo ciuffetto di pelo – è costituito dal bisogno economico. Si lavora oggi per pagare i conti di fine mese. E se ci sono dei soldi che avanzano si compra subito la borsetta firmata o un nuovo televisore. A rate. Per andare nuovamente a zero sul conto e aspettare il mese successivo o l’incasso della giornata dopo. E poi ci stupiamo se l’INPS paga le pensioni del mese prossimo con i contributi versati questo mese e subito non ha più i soldi nemmeno lei.

E così la mattina (quando la vita scorreva normale) alle 7:30 autobus e metropolitane sono piene zeppe pigiate di impiegati, commessi, avvocati, medici, e commercianti tutti accomunati dallo stesso bisogno: guadagnare per poter pagare i conti della settimana dopo. E se avanza qualcosa, spenderlo in un attimo. Che ne so… il nuovo smartphone (che come stiamo vedendo può essere usato per controllare così bene, nel nostro interesse e per la nostra sicurezza naturalmente, tutti i nostri spostamenti), un weekend a Barcellona, un nuovo televisore, tutte cose assolutamente inutili ma di cui non possiamo fare assolutamente a meno. E questo vale per il medico, l’operaio, l’avvocato e le donnine allegre

Siamo consumatori addestrati a consumare dopotutto, mica dei geni.

E se il motore si inceppa, come è capitato con questo blocco totale da coronavirus… saltano fuori i problemi. Le nostre vite sono scandite dai conti da pagare, gli stipendi che percepiamo sono finemente sincronizzati con le nostre spese in modo da lasciarci poco o niente a fine mese. Si spende quello che si può, se non di più.

Quando la vita riprenderà, dopo l’emergenza e dopo che ci avranno obbligati a sottostare a chissà quali obblighi e limitazioni della privacy – per il bene di tutti e in nome della sicurezza naturalmente – pensateci.

E cambiate il vostro approccio consumistico alla vita. Iniziate a risparmiare in vista della prossima ‘emergenza’.

Perché ci sarà. Eccome se ci sarà. Ci stanno già lavorando, in qualche laboratorio.

ADVERSUS

 

Leggi Margherita.net, il magazine per le donne online. Fai click qui

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi ADVERSUS ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

LINKS SPONSORIZZATI
TOP ARTICOLI SU ADVERSUS

La Nuova MINI Countryman

Il modello più grande e versatile della famiglia di modelli MINI regala nuovi stimoli al piacere di guida e fascino individuale nello stile distintivo del marchio premium britannico. Design preciso…

La nuova BMW X2 xDrive25e

SAC compatto che combina sportività con efficienza e un’autonomia elettrica fino a 57 chilometri * – nuove caratteristiche di design ed equipaggiamento anche per le varianti di modello con motore a combustione della BMW X2.