Sport contro lo stress

Sport contro lo stress
Sport contro lo stress

Ansia. Ansia e stress fanno purtroppo sempre più parte integrante della nostra vita quotidiana. Troppe preoccupazioni, troppo lavoro, troppe responsabilità. Giornali e telegiornali fanno la loro parte (magari lo fanno apposta?) nel farci sentire costantemente in pericolo, nel tenere alto il livello dell’ansia, ormai è una specie di seconda, sgradevole, pelle. Almeno per molti.

Come combattere l’ansia (quando non vi siano delle condizioni patologiche particolari – in tal caso il medico è l’unico che può aiutarci), quando ci sentiamo costantemente in allarme, inadeguati, scossi? Qualcuno sostiene che un minimo di ansia sia positivo, che faccia bene perché tiene alto il livello di guardia, ci mantiene costantemente preparati ad affrontare le situazioni quotidiane. E forse ha ragione.

 

Ma quando l’ansia diventa un ostacolo allo svolgimento della vita quotidiana, allora si può, e si deve, fare qualcosa. E non è necessario avvertire sintomi importanti come attacchi di panico, respiro affannoso, nodo in gola, tremori, giramenti di testa per cercare di prendere la situazione in mano.

L’esercizio fisico, ad esempio, sembra essere uno dei modi naturali più efficaci per contrastare l’ansia. Come? Non c’è una spiegazione ufficiale, ma sono stati individuate varie ‘concause’ per spiegare i benefici effetti dell’esercizio fisico sull’ansia.

Innanzitutto distraendoci dai pensieri più ‘ansiogeni’, un’attività fisica in palestra o all’aria aperta ci aiuta indubbiamente a pensare ad altro.

Inoltre l’esercizio fisico stimola la produzione di determinate sostanze chimiche – neurotrasmettitori – che inducono una sensazione di tranquillità e di relax. L’esercizio fisico aiuta a dormire meglio, e a ridurre i livelli di cortisolo – l’ormone dello stress.

Infine sembrerebbe anche che l’aumento della temperatura corporea – conseguenza dell’esercizio fisico – possa contribuire a generare una sensazione di calma e di relax.

Alcuni ricercatori hanno anche individuato una ‘tabella di marcia’ e ritengono che brevi sedute di allenamento da 30 minuti l’una – da tre a cinque ogni settimana – siano sufficienti ad alleviare i sintomi dell’ansia. Ma anche sedute più brevi sono sufficienti per avere dei risultati positivi.

Tutto questo, chiaramente, se i sintomi sono relativamente leggeri. Nei casi più seri l’ansia va affrontata da un punto di vista medico, e purtroppo l’esercizio fisico da solo non basta. Ma fa bene comunque.

ADVERSUS

Se ti piace leggere ADVERSUS, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.