WE’RE ALL IN THE SAME DANCE. La danza diventa globale: inno alla vita, antidoto alle privazioni della clausura

Ieri, la musica e la danza esorcizzavano il veleno della Taranta. Oggi, in piena emergenza coronavirus, una musica esce dai muri di una casa del Sud e attraversa il mondo. La danza diventa globale: inno alla vita, antidoto alle privazioni della clausura.

WE'RE ALL IN THE SAME DANCE Video direction and editing: Gabriele Surdo
WE’RE ALL IN THE SAME DANCE Video direction and editing: Gabriele Surdo

Ieri, la musica e la danza esorcizzavano il veleno della Taranta. Oggi, in piena emergenza coronavirus, una musica esce dai muri di una casa del Sud e attraversa il mondo. La danza diventa globale: inno alla vita, antidoto alle privazioni della clausura. Un semplice appello su Facebook e Instagram invita ballerini ad aderire all’iniziativa. In pochissimo tempo, grazie al passaparola, danzatori da ogni parte d’Italia e del mondo rispondono all’invito. Prendono il telefonino e vanno a filmarsi mentre ballano. Nelle loro case, sui terrazzi, sui balconi, sulle scale antincendio, appesi al soffitto… Ovunque.

Tutti sulla stessa musica, tutti nella stessa danza.

Siamo chiusi in casa. Non possiamo toccarci, non possiamo abbracciarci. Incatenati, affrontiamo un male invisibile, infido e soffocante. Eppure, anche se lontani e separati fisicamente, sentiamo dentro la stessa urgenza, lo stesso fuoco: danziamo. Scrutiamo l’orizzonte dietro alle finestre, ci aggrappiamo a ciò che ci sostiene in questi giorni bui, e muoviamo i primi passi. Ci lasciamo andare alla danza al fine di esorcizzare un malessere che avvertiamo sotto pelle. Nelle nostre case, sui terrazzi, sui balconi, sulle scale antincendio, appesi al soffitto.

GUARDA IL VIDEO

WE ARE ALL IN THE SAME DANCE from Gabriele Surdo on Vimeo.

La musica e la danza liberano il nostro spirito dalla materia del corpo e ci proiettano in quella dimensione dalla quale possiamo vedere chiaramente il posto che occupiamo nell’universo. Un posto unico e centrale dal quale possiamo scorgere due orizzonti quello dell’infinitamente grande, l’estremo, il termine delle cose, il senso pieno della vita e dall’altra l’infinitamente piccolo, il nulla e il vuoto della morte.

Corpi e anime da ogni parte del mondo si muovono sulla stessa musica, come all’unisono. Le differenze strutturali di ambiente, clima, architettura, età, classe e cultura sbiadiscono, fino a fondersi in un unico corpo, una sola energia, quella dell’orizzonte che guarda alla vita.

We’re all in the same dance.

Insieme, ci curiamo.

SINOSSI MUSICALE
Un violino, solo, attacca un arpeggio in cui risuonano echi di musica classica, portandoci in un ambiente scuro, intimo e malinconico. All’improvviso irrompono i tamburi a ritmo di pizzica, la musica che curava, e il suono si fa grande, prova a sfondare i muri della sua intimità forzata. Dopo lo sforzo, l’esplosione: la coltre di polvere sospesa tra lo sguardo e l’olfatto si abbassa e si intravede finalmente la luce. Il suono prorompe più coraggioso, ora sfrenato e focoso. Viaggia libero, fino alla catarsi finale: la vita trionfa, sempre.

INTERPRETI
Mauro Durante, violinista, percussionista e compositore, leader del pluripremiato gruppo di world music Canzoniere Grecanico Salentino (Miglior Gruppo al mondo ai Songlines Music Awards 2018)

Silvia Perrone, danzatrice del CGS, icona della pizzica salentina nel mondo

Gabriele Surdo, autore, produttore, editor e regista di commercials, cortometraggi e videoclip. I suoi lavori si sono distinti aggiudicandosi numerosi riconoscimenti e nomination (Miami Fashion Film festival, London Fashion Film Festival, Berlin Music Video Awards, Pivi, MTV New Generation, David di Donatello). La valenza manuale, ideativa e umana è la filosofia alla base della sua produzione artistico-creativa

Mauro Durante scrive il brano “We’re all in the same dance”, e lancia l’idea di creare un video musicale con contributi di danzatori di ogni genere e da tutto il mondo, che possano filmarsi dalla loro quarantena. Al suo fianco, nello sviluppo e la creazione del progetto, la danzatrice Silvia Perrone, ideale trait d’union tra musica e immagine, e il regista Gabriele Surdo, che da forma al videoclip e riesce a produrre un’opera unitaria, organica, partendo da oltre 10 ore di filmati girati con semplici telefonini da più di cento danzatori in tutto il mondo. Piedi, corpi, oggetti, animali e paesaggi diversi, che si fondono nello stesso racconto, la stessa danza.

I performer sono 112 danzatori, professionisti e non, provenienti da ogni parte d’Italia e da Spagna, Francia, Svizzera, Australia, Stati Uniti (New York, Los Angeles, Nashville, Minneapolis, Vermont e New Jersey), Lituania e India.

Il mix del brano è firmato dall’ingegnere del suono Francesco Aiello, altro componente del CGS, che ha ricevuto il materiale registrato in casa da Durante in condizioni e con attrezzature tutt’altro che ideali, e l’ha saputo tradurre in un suono equilibrato ed appassionato, fortemente evocativo.

Music: Mauro Durante

Video direction and editing: Gabriele Surdo

Conception and development: Mauro Durante, Gabriele Surdo, Silvia Perrone

Music

”We’re All in the Same Dance” (2020)

M. Durante: violin, tamburello, frame drums, strings, moog

Written, performed and recorded by M. Durante at his home in Lecce during quarantine lockdown.

Mixed and mastered by Francesco Aiello

Performers:

Alessandra Bellomo, Alfio Longo, Amabile Bovo, Andrea De Siena. Angela Blaso, Angela Buscicchio, Angela Esposito, Anna Di Matteo, Anna Invidia, Anna Vinci, Annalisa Caputo, Annalisa Rizzo, Archana Kumar, Aurora Lo Bue, Barbara Amalberti, Barbara Migliaccio, Barbara Sabella, Benedetta Spedicato, Carla Trivellato, Carmen Pino, Carolina Cerisola, Chiara Dell’Anna, Chiara Garuglieri, Cristina Frassanito, Dalila Fumarola, Damiano Nicolella, Daniela Errico, Danielle Hartman, Dina Gregory, Eleonora Merisio, Elisa Anzellotti, Emma Ghislanzoni, Erica Occhionero, Fabrizio Ceccarini, Fabrizio Nigro, Federica Carelli, Federica Cicchelli, Federica Madeddu, Filomena Fiordaliso, Floriana Guida, Francesca Corsetti, Francesca Ghione, Francesca Morrone, Francesca Patera, Francesca Vincenti, Fulvia Pirondi, Giacomo Cascione, Giulia Campagna, Giulia Pesole, Giulia Piccinni, Giulia Purcigliotti, Giusy Pede, Giusy Urgesi, Ilaria De Angelis, Ilaria Specchia, Imani Coppola, Irene Álvarez Blanco, Ismaele Scozzi, Jennifer Jonassen, Jūratė Širvytė-Rukštelė, Lara Einaudi, Laura Esposito, Leonardo Ciccarese, Lisa Pellizzari, Lucia Scarabino, Lucia Taietti, Lucio Pellicciotta, Ludovica Morleo, Maija Garcia, Maria Vittoria Costanzucci, Marilena Menga, Marilisa Satalino, Marzia Delle Fratte, Matthew J. Kulengosky, Mickela Mallozzi, Mirea Scozzi, Moana Casciaro, Monica Zambon, Natalia Pelucchi, Natascia Blasi, Natasha Colangelo, Nella Del Giusto, Noemi Baccaro, Paola Tudino, Paolo Salvatori, Piero Macchia, Roberta Barbiero, Roberta Ingrosso, Rosa Voto Ustrale, Sara Caputo, Sara Lombardi, Serena Pellegrino, Silvia Cagnazzo, Silvia Perrone, Simona Melli, Simona Semente, Simone Guida, Tamara Cadorin, Tiziana De Ruggieri, Valentina Argenti, Valentina Panera, Valentina Trombettiere, Valeria Gemma, Valeria Sallustio, Valeria Tirabasso, Valeria Treglia, Vanessa Di Gennaro, Veronica Calati, Veronica Farnocchia, Viola Chicca, Vitalba Tamborrino, Vittoria Jolina Iavicoli.

proudly supporting

AMNESTY INTERNATIONAL

#NessunoEscluso

www.amnesty.it

Ass. Cult Besafe – Ass. Cult. Canzoniere Grecanico Salentino

Additional thanks to: Ada Lolli, Angelo Cotugno, David Jones, Flavio & Frank, Gabriele Perrone, Gillian Richmond, Giulio Bianco, Luca Coclite, Molly Stone, Pietro Tornese, Totò Nero De Lorenzis, Ivan Dovico Lupo, Annamaria Surdo e Nina.

 

Leggi Margherita.net, il magazine per le donne online. Fai click qui

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi ADVERSUS ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

LINKS SPONSORIZZATI
TOP ARTICOLI SU ADVERSUS

La Nuova MINI Countryman

Il modello più grande e versatile della famiglia di modelli MINI regala nuovi stimoli al piacere di guida e fascino individuale nello stile distintivo del marchio premium britannico. Design preciso…

La nuova BMW X2 xDrive25e

SAC compatto che combina sportività con efficienza e un’autonomia elettrica fino a 57 chilometri * – nuove caratteristiche di design ed equipaggiamento anche per le varianti di modello con motore a combustione della BMW X2.