E se non fosse sempre solo un errore? Perché continuiamo a stupirci della pessima gestione di questa crisi?

Se pensate che avreste potuto gestire meglio molti aspetti dell’epidemia di questi mesi forse avete ragione. Perché chi sta sul ponte di comando (per ora) ha spesso fatto mosse apparentemente incomprensibili?

How Low Can You Go? - ADVERSUS
How Low Can You Go? – ADVERSUS

Chi – in questi mesi – non si è chiesto “ma come cazzo gli è venuto in mente di…?” o magari un più semplice “ma perché porca pu**ana non hanno pensato di…?”. Dopo l’imprecazione sentitevi liberi di metterci “annunciare la chiusura della Lombardia e far fuggire migliaia di persone” o “impedire l’uso delle mascherine per non spaventare i pazienti” o ancora “prepararsi all’arrivo del virus visto che dicono che lo sapevano benissimo e che lo aspettavano?” E l’elenco potrebbe essere lungo. Lunghissimo.

Se il primo istinto è quello di pensare che quelli che avrebbero dovuto gestire con una visione chiara l’emergenza siano degli incapaci, forse avete ragione ma solo in parte.

La gestione caotica e per moltissimi versi fallimentare dell’emergenza può essere spiegata più facilmente con una diversità di obiettivi tra la popolazione e chi è stato messo lì ad occupare una delle poltrone disponibili.

Noi – forse ingenuamente – pensiamo che l’obiettivo da perseguire fosse quello di limitare al massimo le conseguenze economiche dell’epidemia, ridurre al minimo il numero dei morti, supportare le decine di milioni di persone obbligate agli arresti domiciliari e liberarle al più presto.

Ma chi ci amministra e ci governa non è stato messo lì per risolverlo, il problema. Un problema va amplificato, e sfruttato. “Mai sprecare l’opportunità offerta da una buona crisi” diceva pochi anni fa uno degli scagnozzi di Obama, tale Rahm Emanuel…

Solo così si possono apportare (o cercare di apportare) quei cambiamenti sociali, economici, imporre nuove misure di controllo, limitare la libertà individuale, testare il limite di sopportazione della popolazione. Obiettivi che qualcuno – ben più in alto dei nostri sgangherati politici locali e nazionali – ha deciso di voler perseguire adesso. E loro eseguono.

La piramide è alta, e la sua punta è sopra le nuvolette, invisibile ai nostri occhi. Gli amministratori, i politici locali, i parlamentari e i membri del governo non sono per nulla il vertice della piramide. Loro sono lì poco sopra rispetto a noi. E noi pensiamo che siano quelli che decidono, ma loro sono solo l’interfaccia, in pratica devono metterci la faccia, beccarsi gli insulti del popolo quando è incazzato, cercare di raccontarla e darla a bere. Degli imbonitori, null’altro.

Incapaci certo, ma perché certe posizioni richiedono di essere occupate da incapaci esecutori. Non è colpa loro, anche se forse potrebbero selezionarli con facce più intelligenti.

ADVERSUS

 

Leggi Margherita.net, il magazine per le donne online. Fai click qui

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi ADVERSUS ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

LINKS SPONSORIZZATI
TOP ARTICOLI SU ADVERSUS

La Nuova MINI Countryman

Il modello più grande e versatile della famiglia di modelli MINI regala nuovi stimoli al piacere di guida e fascino individuale nello stile distintivo del marchio premium britannico. Design preciso…

La nuova BMW X2 xDrive25e

SAC compatto che combina sportività con efficienza e un’autonomia elettrica fino a 57 chilometri * – nuove caratteristiche di design ed equipaggiamento anche per le varianti di modello con motore a combustione della BMW X2.